ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Studentessa, calci e insulti perché nera

Lettura in corso:

Studentessa, calci e insulti perché nera

Studentessa, calci e insulti perché nera
Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - TORINO, 11 NOV - Insultata e presa a calci,sull'autobus, perché di colore. E' quanto denunciato aicarabinieri, che stanno ora accertando i fatti, da unastudentessa di quindici anni, promessa del basket, papàoriginario di un Paese africano e mamma italiana. "Appena salitasul bus, un uomo sui sessant'anni, senza motivo, mi ha sferratoun forte calcio al ginocchio", è il racconto della giovane. Ad occuparsi degli accertamenti sono i carabinieri diGrugliasco, nell'hinterland di Torino. La giovane si stavarecando a scuola, come ogni mattina, zaino sulle spalle ecuffiette alle orecchie. "Mi sono spostata, ho tentato di farfinta di nulla, ma quell'uomo continuava a fissarmi - racconta-. Mi ha detto: 'è inutile che tu vada a scuola, tanto finiraisulla strada. Torna al tuo Paese...". Frasi condite da parolerazzisti, insulti e offese. Intorno nessuno è intervenuto. Laragazzina è arrivata a scuola in lacrime, poi la decisione didenunciare l'episodio, sostenuta dal presidente della squadra dibasket per cui gioca.
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.