Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Grecia, nuove scadenze in arrivo. Serve un accordo per garantire la liquidità

Grecia, nuove scadenze in arrivo. Serve un accordo per garantire la liquidità
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

È iniziata l’ennesima settimana cruciale per la Grecia. Martedì 12 maggio deve rimborsare 750 milioni di euro al Fondo monetario internazionale.

Ma le pesanti scadenze si susseguono una dietro l’altra e Atene ha bisogno di strappare a Bruxelles al più presto un’intesa per garantirsi la liquidità necessaria a pagare pensioni e stipendi.

L’economista Napoleon Maravegias è convinto che “anche all’ultimo momento, finiremo per avere un accordo. Non dimentichiamoci che l’Unione Europea è solita risolvere i grandi problemi all’ultimo minuto possibile”.

Ma ci sono ancora distanze tra le parti. I creditori chiedono misure da 2,7 miliardi di euro perché la Grecia si assicuri un surplus primario dell’1% nel 2015. Il governo ritiene di potere fare a meno.

“Il primo ministro Tsipras e l’ala sinistra del suo governo – dice il corrispondente di euronews Stamatis Giannisis – rimangono tra l’incudine e il martello: sanno che non possono soddisfare i creditori del Paese senza perdere credibilità verso il loro elettorato. Ma il tempo stringe per la Grecia, presto ci dovrà essere una scelta definitiva, a prescindere da quanto sia difficile per l’economia del Paese o per il futuro di Syriza”.