ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Inflazione, Usa fuori target ma meglio dell'Eurozona

Inflazione, Usa fuori target ma meglio dell'Eurozona
Dimensioni di testo Aa Aa

Se la Banca centrale europea piange, la Federal Reserve americana certo non ride.

Basta vedere i dati sull’inflazione di ottobre: l’indice dei prezzi al consumo è cresciuto solo dello 0,1% rispetto al mese precedente.

Nel confronto con l’anno scorso l’aumento registrato è dell’1,7%, lo stesso di settembre e agosto.

A pesare sono stati soprattutto i costi dell’energia e delle materie prime, in sofferenza a causa del rallentamento economico globale.

Bisogna però sottolineare come, a fronte di un obiettivo di inflazione identico (il 2%), le due banche centrali affrontino situazioni differenti: nella zona euro l’aumento dei prezzi annuale si è fermato allo 0,4% ad ottobre.

Da più parti nel Vecchio continente si chiedono interventi di stimolo all’economia come quelli appena conclusi dalla Fed, la quale, al contrario, si sta preparando a rialzare i tassi.

Il suo tasso di inflazione calcolato è anche più basso di quello ufficiale, ma alimentari, medicine e costi di alloggiamento continuano a mostrare crescite solide.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.