ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La Cina si avvicina. Mosca firma nuovi accordi con Pechino

La Cina si avvicina. Mosca firma nuovi accordi con Pechino
Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa si allontana e la Cina si avvicina. Colpita dalle sanzioni occidentali, la Russia che paga la crisi ucraina corre ai ripari consolidando i rapporti commerciali con Pechino.

Una quarantina gli accordi firmati a Mosca dal premier Dmitri Medvedev e dal suo omologo cinese Li Keqiang.

Energia, commercio e finanza gli ambiti della rinnovata cooperazione, con cui Mosca e Pechino sperano di aggirare la sfavorevole congiuntura internazionale.

“Il quadro finanziario globale non è dei più favorevoli – ha detto Medvedev -. Non tutti i paesi crescono con gli stessi ritmi e anche noi abbiamo qualche difficoltà. Nonostante questo le principali banche dei nostri paesi si sono accordate per aprire una linea di credito per i nostri progetti comuni”.

“Nonostante quest’anno il commercio internazionale sia in grande difficoltà – ha replicato Li Keqiang -, gli scambi tra i nostri due paesi stanno crescendo in maniera dinamica. Già questo elemento dimostra che le potenzialità della nostra cooperazione sono enormi”.

Primo passo, sul fronte valutario, un currency swap pari a 20 miliardi di euro, mirato a coniugare il rilancio di rublo e yuan a una maggiore indipendenza dal dollaro.

Firmato anche un accordo che avvicina lo sblocco di un contratto miliardario, per forniture di gas russo alla Cina.