ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Valls incassa la fiducia. Ora tocca a Hollande

Valls incassa la fiducia. Ora tocca a Hollande
Dimensioni di testo Aa Aa

Nel tardo pomeriggio di martedì il premier francese Manuel Valls ha ottenuto la fiducia dell’Assemblea con 269 voti favorevoli. 244 i contrari. Ma il dato più significativo è senz’altro l’astensione di 31 deputati socialisti, segno che la gauch è più spaccata che mai.

“Se con il presidente della Repubblica abbiamo deciso di chiedere la fiducia, è stato per continuare a seguire la nostra strada, quella del risanamento della Francia. Se non l’avessimo fatto, tra qualche giorno o settimana, la capacità della maggioranza di perseguire il proprio lavoro sarebbe stata la questione al centro del dibattito”.

Il risultato di oggi è ben lontano da quello di aprile quando Valls dovette ricorrere al voto di fiducia, ottenendo 306 voti a favore.

“E’ una sconfitta. Valls ha perso la maggioranza assoluta: rispetto allo scorso voto di fiducia ha preso 38 voti in meno e soprattutto è sotto i 289. Vuol dire che il governo non ha più una maggioranza, ha solo una maggioranza relativa. Quando dicevo che i giorni di Manuel Valls erano contati, ecco: sono veramente contati”.

L’aula ha applaudito al discorso di Valls che ha puntato molto sull’economia, sottolineando soprattutto che la Francia vuole margine di azione rispetto alla Germania e alla Commissione Ue. Ora che il premier ha fatto la sua parte incassando la fiducia, la palla passa al presidente Hollande che giovedì dovrà affrontare la conferenza stampa semestrale all’Eliseo.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.