ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Obama garantisce sostegno totale ai Paesi baltici

Obama garantisce sostegno totale ai Paesi baltici
Dimensioni di testo Aa Aa

Il sostegno degli Stati Uniti è totale e a dimostrazione di ciò, c‘è anche l’impegno a rafforzare la presenza militare nel Baltico.

Da Tallinn Barack Obama cerca di fugare i timori di Estonia, Lettonia e Lituania suscitati dalle azioni della Russia, rea di avere aggredito l’Ucraina. Anche se non impunemente, cerca di spiegare il Presidente:

“State sicuri che la Russia sta pagando un prezzo. I capitali stanno fuoriuscendo, gli investimenti esteri crollano, perché gli investitori sanno che al momento la Russia è una scommessa perdente, alla luce del suo comportamento”.

Parlando in una sala da concerti davanti a politici, esponenti della società civile e studenti, Obama ha invocato il sostegno all’Ucraina in campo economico e militare, e anche a…

“Diversificare le fonti di energia, perché nessun Paese dovrebbe mai essere tenuto ostaggio da un’altra nazione che utilizza l’energia come arma”.

Un attacco a un Paese membro equivale a un attacco a tutti i membri della NATO, ha detto il Presidente degli Stati Uniti menzionando uno dei principi del Patto Atlantico:

“In Galles ci incontreremo con il presidente Poroshenko in quanto alleanza per dimostrare che le nostre ventotto nazioni sono unite nel sostegno alla sovranità dell’Ucraina e al diritto di difendere il suo territorio”.

Obama ha fatto tappa in Estonia prima di recarsi in Galles per il cruciale vertice – giovedì e venerdì – della NATO. Le cui porte – ha detto – sono aperte a nuovi membri.