Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Gli USA potrebbero colpire i jihadisti in Siria

Gli USA potrebbero colpire i jihadisti in Siria
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Sembra farsi sempre più concreta la possibilità di uno sconfinamento in Siria nella lotta ai jihadisti. Gli Stati Uniti diffondono altri video di raid aerei contro postazioni dei fondamentalisti vicino alla diga di Mosul in Iraq e fanno sapere di stare valutando diverse opzioni, come spiega il vice consigliere per la sicurezza nazionale Ben Rhodes:

“Stiamo prendendo in considerazione quello che sarà necessario per affrontare la minaccia, e non saremo vincolati a confini – ha detto -. Abbiamo più volte mostrato che nel caso di una minaccia terroristica agiremo in modo diretto contro quella minaccia, se necessario”.

Dall’8 agosto Washington supporta con attacchi aerei – ormai oltre novanta – l’azione dei peshmerga. Le forze curde ammettono di avere di fronte un compito molto difficile, e un avversario in possesso di armi e mezzi più avanzati rispetto ai propri.

Le violenze si registrano su più fronti. Nella provincia settentrionale di Diyala una moschea sunnita è stata teatro di un attentato perpetrato da miliziani sciiti durante la preghiera del venerdì. Sono morte almeno settanta persone.