ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India, polemica sul reportage di moda che riproduce uno strupro

Lettura in corso:

India, polemica sul reportage di moda che riproduce uno strupro

India, polemica sul reportage di moda che riproduce uno strupro
Dimensioni di testo Aa Aa

Un reportage fotografico di moda semina polemica e rabbia in India. Ritrae una scena di approccio sessuale in un autobus che assomiglia troppo all’aggressione subita due anni fa da una studentessa ventitreenne che fu stuprata e uccisa da una banda di sei uomini. I genitori della vittima reagiscono con dolore e sdegno alla pubblicazione delle foto.
“Il reportage – dice la madre – ci ha messo di nuovo di fronte a quanto avvenuto e questo solo per pubblicità e per fare soldi. L’autore ha cercato di ferire i nostri sentimenti riproducendo il calvario di nostra figlia. Non ha il diritto di prendersi gioco dei sentimenti degli altri”.
“Farò appello alla Corte suprema – afferma il padre -affinché il fotografo venga punito e il reportage venga messo al bando”.
L’assassinio della studentessa, per il quale 4 uomini sono stati condannati a morte, provocò una serie di manifestazioni contro le autorità accusate di non proteggere i diritti delle donne. In seguito, il Parlamento indiano ha approvato una nuova legislazione per reprimere questo tipo di aggressioni.