ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Neo Presidente Assemblea Generale Onu Ministro Uganda accusato d'omofobia

Neo Presidente Assemblea Generale Onu Ministro Uganda accusato d'omofobia
Dimensioni di testo Aa Aa

Un’elezione controversa e per certi versi paradossale: l’incarico di Presidente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite affidato a Sam Kutesa, Ministro degli Esteri dell’Uganda, non manca di sollvere polemiche e perplessità. Il Paese africano ha da pochi mesi varato alcune delle leggi più restrittive al mondo contro gli omosessuali. Questo non ha impedito il neo-eletto di parlare di centralità della persona:

“La mia motivazione nasce dalla volontà di porre le persone al centro di tutto quel che faccio. Intendo lavorare con tutti voi allo scopo di combattere la povertà e la fame, promuovere una crescita sostenibile e inclusiva, impiego e migliori condizioni di vita per tutti”.

L’Uganda è stato prescelto dal gruppo regionale degli Stati africani in virtù del sistema di rotazione in vigore in seno all’Assemblea. Oltre alle accuse di omofobia, Kutesa è stato costretto a lasciare l’incarico di responsabile della diplomazia ugandese nel 2011 per appropriazione indebita.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.