ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ucraina, Mariupol la guerra civile ha lasciato il segno

Ucraina, Mariupol la guerra civile ha lasciato il segno
Dimensioni di testo Aa Aa

La tensione resta alta a Mariupol, dove una ventina di persone sono morte venerdì, negli scontri tra filorussi e esercito governativo. Anche qui si voterà il referendum convocato dai separatisti nell’Ucraina orientale. Le autorità hanno alzato bandiera bianca: non ci sarebbero state sufficienti forze di polizia per impedirne la convocazione e l’allestimento dei seggi elettorali.

“Non capisco cosa stiano facendo gli attivisti filorussi – racconta un residente – distruggono le loro vite e quella del Paese, io cosa ne penso? Mi spiace per me e per il mio Paese”

Le scene di guerra tra forze governativi e ribelli sono ancora negli occhi degli abitanti e per strada.

Sergio Cantone, euronews: “Quello a cui stiamo assistendo a Mariupol, dà proprio l’impressione di essere un solco molto profondo, che si sta creando nella società di questa zona, nel sud est dell’Ucraina, del Donbass e nell’area di Donetsk”.

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone

  • The Mariupol City Council after the fire

    Photo: euronews@ Sergio Cantone