ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Hong Kong, apre il Museo della rivolta di Piazza Tien An Men

Hong Kong, apre il Museo della rivolta di Piazza Tien An Men
Dimensioni di testo Aa Aa

A venticinque anni dalla celebre protesta studentesca di Piazza Tien An Men, la memoria dei fatti continua a dividere i cinesi.

A Hong Kong, dopo un braccio di ferro legale, ha aperto i battenti un museo dedicato interamente alla rivolta del 1989. Per alcuni un contributo alla conoscenza delle vicende del proprio paese.

“Qui imparo la storia di quei giorni e di quegli studenti. Di loro si sa pochissimo. All’epoca si disse solo che stavano manifestando per qualcosa di poco appropriato, ma ora sappiamo che non era la verità. La verità è che quegli studenti stavano battendosi per la libertà e per la democrazia”.

In molti non pensano però così, e hanno dato vita a una protesta proprio davanti al neonato museo.

“Gli Stati Uniti e l’Alleanza per Hong Kong hanno continuano a inviare aiuti alla rivolta, per far durare il più possibile le proteste. Se il governo non avesse fermato il caos, a quest’ora la Cina non esisterebbe”.

La repressione della protesta si accompagnò al progressivo isolamento dei leader cinesi più favorevoli al movimento, a partire dal segretario comunista Zao Zyang.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.