ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Martin Schulz

Martin Schulz
Dimensioni di testo Aa Aa

È uno dei volti più noti del Parlamento europeo, dove siede dal 1994. Il suo nome è Martin Schulz, nato nel 1955 vicino ad Aquisgrana, in Germania. Giocatore di calcio fermato da un infortunio, apre un negozio di libri prima di dedicarsi completamente alla politica nelle file del SPD, il Partito Socialdemocratico tedesco.

Eletto Presidente del Parlamento europeo nel gennaio 2012, Martin Schulz cerca di far valere la voce dell’unica istituzione eletta direttamente dai cittadini.

Il suo stile veemente e diretto, e la fermezza delle sue convinzioni gli procurano alcune scaramucce nell’emiciclo. Come nel 2010 con un membro eurofobico del Partito per l’indipendenza del Regno Unito.

Sostenitore delle politiche di austerità per la crescita e l’occupazione, denuncia i pericoli che minacciano l’Unione europea.

“Nel continente più ricco del mondo non c‘è alcuna equità – dichiara Martin Schulz -. La ricchezza non è sufficientemente ridistribuita tra paesi e persone. Quelli che realizzano profitti, guadagnano miliardi e non pagano le tasse, ma quando subiscono delle perdite è il contribuente che deve pagare per loro.”

A Roma, in gennaio, il PSE, che riunisce 32 partiti socialisti da tutta l’UE, ha nominato suo candidato Martin Schulz per la Presidenza della Commissione europea.