ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'opposizione ucraina ribadisce il rifiuto di mezze misure

L'opposizione ucraina ribadisce il rifiuto di mezze misure
Dimensioni di testo Aa Aa

L’opposizione ucraina ribadisce il rifiuto di mezze misure e intende portare in Parlamento la richiesta di tornare alla costituzione del 2004, basata su poteri più limitati del Presidente.

I leader dell’opposizione sono tornati a chiedere un cambiamento di sistema prima di impegnarsi in un qualsiasi governo offerto da Viktor Yanukovich.

Arseniy Yatseniuk, che guida il partito “Patria” di Iulia Timoshenko ha dichiarato: “Per quanto riguarda il ruolo di primo ministro, non c‘è bisogno di barattare incarichi con l’opposizione. La nostra posizione è chiara, non accettiamo l’incarico di primo ministro, accetteremo soltanto la piena responsabilità del Paese, ossia formare un governo”.

Le condizioni imposte dall’opposizione – che da ormai tre mesi protesta contro Yanukovich – si aggiungono a quelle dell’Europa.

In una nuova visita a Kiev, il commissario europeo all’allargamento Stefan Füle ha fatto sapere che Bruxelles è disposta ad aiutare Kiev, ma solo a patto che il governo si impegni ad avviare riforme specifiche.