ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Standard & Poor's toglie la tripla A all'Unione europea

Lettura in corso:

Standard & Poor's toglie la tripla A all'Unione europea

Standard & Poor's toglie la tripla A all'Unione europea
Dimensioni di testo Aa Aa

Una vera e propria doccia fredda per l’Unione europea. Tanto più che arriva a poche ore dall’accordo per l’unione bancaria e a Consiglio europeo ancora in corso.

Standard & Poor’s ha deciso di spogliarla della prestigiosa “tripla A”, il miglior giudizio sul merito di credito a lungo termine.

Il gruppo dei 28 Paesi viene così retrocesso sul secondo gradino del podio, “AA+”, lo stesso degli Stati Uniti e due livelli sopra il Giappone (“AA-”).

L’agenzia di rating aveva sparato un colpo di avvertimento già a gennaio del 2012, quando cambiò l’outlook, cioè le prospettive, a “negativo”.

La bocciatura di Stati come la Francia, l’Italia e persino l’Olanda, che ha perso la tripla A a fine novembre, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Standard & Poor’s punta il dito, in particolare, contro il bilancio comunitario: i negoziati sono sempre più difficili, dicono, la coesione si sta indebolendo e qualcuno potrebbe non pagare.

Sciocchezze, rispondono senza giri di parole da Bruxelles, dove qualcun’altro ha ricordato le tante previsioni errate da parte da parte degli americani.