ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, Catalogna vuole referendum nel 2014 ma Madrid si oppone

Lettura in corso:

Spagna, Catalogna vuole referendum nel 2014 ma Madrid si oppone

Spagna, Catalogna vuole referendum nel 2014 ma Madrid si oppone
Dimensioni di testo Aa Aa

Tra meno di un anno, gli elettori catalani potrebbero essere chiamati a pronunciarsi su un doppio quesito: se vogliono che la Catalogna sia uno stato. E se vogliono che sia uno stato indipendente.

Il presidente regionale Arturo Mas e i partiti indipendentisti che lo sostengono vogliono fissare la data per il referendum al 9 novembre 2014. “Entro quella data – ha detto Mas – le istituzioni spagnole avranno tempo di negoziare con quelle catalane per trovare un quadro giuridico che consenta di tenere la consultazione. Le possibilità sono molte”.

Non la pensano così a Madrid, dove il governo del premier Rajoy fa presente che un referendum sull’autonomia della Catalogna sarebbe anti-costituzionale.

Il ministro della Giustizia Alberto Ruiz-Gallardón avverte: “Realizzare una consultazione di questa natura sarebbe contrario alla costituzione e allo statuto di autonomia della Catalogna. Voglio ricordare che il presidente del governo catalano è un rappresentante dello Stato e pertanto è tenuto a rispettare la legge”.

La Catalogna, che contribuisce a un quinto dell’economia spagnola e ha debiti per oltre 50 miliardi di euro, reclama un’autonomia ancora maggiore di quella che già possiede in tema di tasse e spesa pubblica. Secondo i sondaggi, oltre la metà dei catalani voterebbe per l’indipendenza.