Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

I sindacati protestano contro gli abusi sui finti lavoratori distaccati

I sindacati protestano contro gli abusi sui finti lavoratori distaccati
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre duecentocinquanta persone hanno manifestato lunedi a Bruxelles davanti alla riunione dei ministri del Lavoro europei, per chiedere maggiori controlli sulle imprese che assumono lavoratori distaccati. I sindacati denunciano abusi nella catena delle aziende che gestiscono subappalti, in particolare nel settore edile e siderurgico.

“Quel che chiediamo è che il sistema dei subappalti sia piu’ regolamentato, che si possano controllare le imprese che ottengono dei sub appalti- spiega Constant Koumbounis, del sindacato belga MWB. Quando si arriva al quinto passaggio, non si sà piu’ chi lavora. Chi ha richiesto l’opera ha una grossa responsabilità. Chi ha fatto l’ordine deve limitare i subappalti”

“Sono persone quasi ridotte in schiavitu’, con condizioni di lavoro degne del Medio Evo. Chiediamo di poter regolamentare, di poter responsabilizzare tutta la catena e punire chi approfitta della situazione”- ha ribadito Pierre Cuppens, segretario generale del sindacato belga per il settore edilizio CSC.

I ministri dovranno trovare un difficile compromesso sulla riforma della direttiva dei lavoratori distaccati. Secondo i sindacati le società aprono un indirizzo fittizio in un paese dell’Est Europa per poi assumere operai in un altro paese europeo senza pagare adeguati contributi sociali.