ULTIM'ORA

Bloccato per oltre un anno in Qatar, calciatore denuncia ex club

Bloccato per oltre un anno in Qatar, calciatore denuncia ex club
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo un anno e mezzo di permanenza forzata in Qatar, il calciatore franco-algerino Zahir Belounis denuncerà tre membri del suo ex club, tra cui un fratello dell’emiro, alla procura di Parigi.

La storia di Belounis, ritornato in Francia la scorsa settimana, è cominciata due anni fa quando aveva denunciato il mancato pagamento dello stipendio da parte dell’Al Jaish. Quando ha chiesto l’autorizzazione a lasciare il Paese, che in Qatar ai dipendenti stranieri viene data dal datore di lavoro, gli è stata negata. Per poter andar via Belounis ha firmato il licenziamento anticipato perdendo oltre 120 mila euro.

“La mia lotta non è contro il Qatar, è contro il club”, spiega il calciatore. “Naturalmente occorre parlare del sistema, è stato il sistema a uccidermi, a distruggermi. Non difenderò di certo il sistema.
Ancora non riesco a credere di essere in Francia, ogni giorno mi sento meglio, ma credo sia necessario del tempo per poter tornare al cento per cento”.

Truffa, estorsione e condizioni di lavoro disumane, di questo Belounis accusa la dirigenza del club. Il suo caso è simile a quello di tanti lavoratori immigrati che in Qatar – che nel 2022 ospiterà i mondiali – dipendono dal sistema della Kafala. Sono trattati praticamente come schiavi, ha denunciato Belonouis. Un sistema criticato anche dal relatore speciale dell’ONU sui diritti dei migranti.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.