ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In Ungheria, il secondo campionato europeo dei tramvieri

In Ungheria, il secondo campionato europeo dei tramvieri
Dimensioni di testo Aa Aa

Parigi campione d’Europa: non è calcio, non è basket, ma è pur sempre un trofeo continentale che i parigini hanno strappato all’agguerrita concorrenza dei colleghi di altre tredici città, compresa Firenze. Si tratta del campionato dei tramvieri, disputato a squadre di due: l’Ungheria, paese ospite, presentava ben tre squadre. Romania, Francia, Italia, Gran Bretagna, Spagna, Austria e Olanda una squadra a testa, mentre la Germania aveva ben quattro team. D’altra parte, la prima edizione si tenne proprio in Germania, lo scorso anno, per celebrare i 140 anni dei tram di Dresda.

Ché poi nemmeno i veicoli usati in queste prove sono tanto nuovi: risalgono agli anni ’70 – ’80:

Il conducente parigino:
“È materiale molto vecchio. E quindi il controller di manovra è molto diverso dai nostri. Quello che usiamo noi oggi va avanti e indietro, mentre questa è una manivella che effettua una rotazione. È materiale duro, e anche la frenata è diversa”.

Difficoltà confermate anche dal concorrente di Firenze:
“La partenza è è un po’ difficile, perché è una partenza un po’ a scatto. Nei tram moderni è più facile da gestire”.

Più concorso che gara, il campionato si è svolto a prove di abilità e precisione. L’inviato di Euronews:

“Naturalmente ci saremmo chiesti come questi bestioni da quaranta tonnellate potessero sorpassarsi nelle strade di Budapest. Il campionato dei tramvieri ha badato più agli aspetti della sicurezza e dell’abilità che alla velocità”.