ULTIM'ORA

Cina, Corte Suprema: stop alla tortura per i carcerati

Cina, Corte Suprema: stop alla tortura per i carcerati
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina sembra aprire alle richieste delle organizzazioni che difendono i diritti umani. La Corte Suprema dice stop all’uso della tortura per ottenere confessioni. La pratica deve essere eliminata.

Il pronunciamento arriva dopo l’annuncio di una serie di riforme da parte del Partito Comunista cinese, la più importante delle quali è la limitazione dei reati per i quali può essere comminata la pena di morte. Per estorcere confessioni agli accusati nel Paese si praticano ancora torture come il waterboarding, le bruciature, l’affaticamento o la privazione di cibo e acqua per giorni.

In settembre, sei funzionari degli organi disciplinari del Partito Comunista sono stati accusati di aver provocato la morte di un indagato immergendogli ripetutamente la testa nell’acqua gelata.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.