ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Progetto Soci" una mostra scomoda

Lettura in corso:

"Progetto Soci" una mostra scomoda

"Progetto Soci" una mostra scomoda
Dimensioni di testo Aa Aa

La galleria Photodoc di Mosca presenta una mostra controversa dal titolo “Progetto Sochi”, dell’olandese Rob Honstra, fotografo, e Arnold Van Bruggen, cineasta e scrittore.

Nessuno dei due è presente alla celebrazione d’apertura, ai due artisti è stato negato il visto per entrare in Russia.
E i problemi non finiscono qui. Inizialmente era la Galleria Winzavod che doveva presentare questa mostra, ma una settimana prima l’ha annullata.

“C‘è uno spazio enorme a Winzavod che poteva accogliere – racconta Alexander Sorin uno degli organizzatori – questa mostra quindi abbiamo dovuto cambiare tutto rispetto a quella prevista”

Il lavoro di Honstra et Van Bruggen suscita molti mal di pancia. I due artisti si sono recati molte volte durante l’inverno a Sochi dal 2009, per immortalare il progressivo cambiamento della città in vista dei giochi olimpici invernali 2014. Il risultato delle testimonianze, foto e video è una critica forte, come racconta il giornalista Yuri Saprykin:
“Soci è come una zona grigia, un buco nero, dal quale è difficile ottenere tutte le informazioni. I principali testimoni di quello che succede laggiù sono due olandesi, proprio nel momento in cui le relazioni tra russi e olandesi sono particolarmente tese.
Questo provocherà delle reazioni nervose da parte del ministero degli affari esteri di Winzavod e altrove”
Le tensioni nate intorno a questa mostra si aggiungono alla serie di incidenti diplomatici che continuano a rendere difficili i rapporti tra Paesi Bassi e Russia.

Altro da le mag