ULTIM'ORA

Parigi di nuovo in piazza. Il "caso Leonarda" fa tremare Valls

Parigi di nuovo in piazza. Il "caso Leonarda" fa tremare Valls
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Parigi torna a mobilitarsi contro le espulsioni degli studenti. A ore i risultati di un’inchiesta amministrativa sul “caso Leonarda”

Monta in Francia la mobilitazione contro la linea dura sulle espulsioni, adottata dal governo del presidente Hollande.

Sindacati e insegnanti hanno accompagnato a Parigi gli studenti, nel loro secondo giorno di proteste, catalizzate dal rinvio in patria della quindicenne di origini kosovare Leonarda e dell’armeno Khatchik.

“Ci battiamo contro
quest’ondata di espulsioni ai danni di studenti – dice una giovane manifestante -. Non contestiamo solo i casi di Khatchik e Leonarda, ma il principio generale, perché non si può intervenire in un quadro scolastico. L’educazione è un diritto universale. E’ inaccettabile che siano stati espulsi così”.

Piazza e parte della stessa sinistra francese chiedono la testa del Ministro degli Interni Valls, accusato soprattutto per la dinamica dell’espulsione di Leonarda.

“Quanto è certo è che se si è in gita con la classe – e questo era il caso – si rientra nel quadro delle attività scolastiche ha detto il Ministro dell’educazione Vincent Peillon -. Intervenire in un simile contesto è stato finora considerato illegale. Le scuole vanno considerate dei santuari”.

Per il futuro di Leonarda potrebbero rivelarsi determinanti i risultati di un’inchiesta amministrativa sulla sua espulsione in Kosovo, attesi nelle prossime ore. Il governo ha fatto sapere che un suo pronunciamento in merito arriverà entro il weekend.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.