ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Iran: Londra vuole riaprire l'ambasciata britannica a Teheran

Iran: Londra vuole riaprire l'ambasciata britannica a Teheran
Dimensioni di testo Aa Aa

Anche Londra, oltre a Washington, sembra riavvicinarsi a Teheran. Dopo il discorso del presidente iraniano Hassan Rohani all’assemblea generale dell’ONU, a fine settembre, Willam Hague ha dato il via libera a un processo che dovrebbe portare alla riapertura delle rispettive ambasciate.

Alla Camera dei Comuni, il ministro degli Esteri britannico ha però precisato che occorre un mutamento nel programma nucleare: “In assenza di un cambio di queste politiche, continueremo a mantenere forti sanzioni. Un cambiamento sostanziale nelle politiche britanniche o occidentali richiede un cambiamento sostanziale di quel programma. Tuttavia
dobbiamo testare la sincerità del governo iraniano ed è importante che i nostri canali di comunicazione restino aperti”.

I due Paesi, per il momento, nomineranno un incaricato d’affari il cui compito sarà iniziare a ricostruire i rapporti bilaterale. Alla fine del 2011 l’ambasciata britannica a Teheran venne chiusa in seguito all’assalto di manifestanti vicini all’ex presidente Ahmadinejad. La protesta era scattata dopo la decisione di Londra di imporre ulteriori sanzioni alle istituzioni finanziarie iraniane.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.