ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il bagno di sangue in Egitto preoccupa gli Usa

Lettura in corso:

Il bagno di sangue in Egitto preoccupa gli Usa

Il bagno di sangue in Egitto preoccupa gli Usa
Dimensioni di testo Aa Aa

La situazione al Cairo suscita molta preoccupazione sul fronte internazionale. Gli Stati Uniti criticano lo stato d’emergenza e chiedono il rispetto dei diritti umani. Il segretario di Stato John Kerry auspica che si arrivi presto e pacificamente ad elezioni.

“Gli avvenimenti di oggi sono esecrabili – ha affermato Kerry – e vanno contro le aspirazioni degli egiziani alla pace, all’integrazione e alla vera democrazia. Gli egiziani, nel governo e fuori, devono fare un passo indietro, calmare la situazione ed evitare ulteriori perdite di vite umane.”

In Turchia, migliaia di persone hanno protestato a Istanbul e Ankara contro la repressione al Cairo. Il premier Erdogan ha chiesto l’intervento immediato dell’Onu e della Lega Araba, mentre il presidente Abdullah Gül ha dichiarato: “L’intervento armato sui civili, sui manifestanti, è assolutamente inaccettabile. Qualunque sia la ragione, questa azione potrebbe aprire scenari pericolosi.”

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon condanna fermamente il ricorso alla violenza per liberare le strade dai manifestanti.
L’Unione Europea definisce le notizie sulle vittime ‘‘estremamente preoccupanti’‘.