ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mille case per i coloni israeliani, ira Anp "si minano negoziati pace"

Lettura in corso:

Mille case per i coloni israeliani, ira Anp "si minano negoziati pace"

Mille case per i coloni israeliani, ira Anp "si minano negoziati pace"
Dimensioni di testo Aa Aa

1200 nuove abitazioni negli insediamenti in Cisgiordania e a Gerusalemme est. La mossa annunciata dal ministro israeliano alla Pianificazione abitativa scatena non solo le proteste dei palestinesi, ma anche le critiche dei centristi al governo con Netanyahu che parlano di “bastone tra le ruote della pace”.

A pochi giorni dal riavvio del dialogo, l’Autorità nazionale palestinese denuncia il tentativo di colonizzare i territori occupati.

“Chi fa questo è determinato a minare i negoziati di pace – sostiene il capo dei negaziatori palestinesi, Saeb Erekat – è determinato a fare in modo che le persone come noi abbandonino il tavolo delle trattative”.

Quasi 800 abitazioni saranno costruite a Gerusalemme est, oltre la Linea Verde del 1967.

“In tutti i piani di pace negli ultimi 15 anni, quelle aree sono definite come parte di Israele – spiega il portavoce del Primo ministro israeliano, Mark Regev – Non riesco a capire come mai costruire in queste aree possa impedire al processo di pace di andare avanti”.

La mossa israeliana giunge a pochi giorni dall’incontro previsto per mercoledì a Gerusalemme.

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas, contrario a riprendere i negoziati se non vi fosse stato un congelamento delle costruzioni negli insediamenti, ha poi accettato l’accordo dopo l’annuncio di Israele di liberare 100 detenuti palestinesi.