ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Egitto celebra l'Eid al Fitr tra le proteste

Lettura in corso:

L'Egitto celebra l'Eid al Fitr tra le proteste

L'Egitto celebra l'Eid al Fitr tra le proteste
Dimensioni di testo Aa Aa

La fine del Ramadan non segnerà la fine delle proteste in Egitto. Lo promettono i sostenitori dell’ex presidente Mohammed Morsi, decisi a non abbandonare le piazze simbolo della loro mobilitazione, nonostante l’ordine di sgomberarle emesso dalle nuove autorità.

La ricorrenza di Eid Al Fitr è stata l’occasione per entrambi i fronti per ribadire i propri obiettivi.

I sostenitori dell’esercito sono tornati a manifestare in piazza Tahrir, mentre Rabia Al Adawiyah e al Nahda sono state riempite dagli islamisti.
Tra loro è riapparsa in pubblico Nagla Mahmoud, la moglie del presidente deposto, che ha assicurato che il marito tornerà al potere.

Dopo il fallimento della trattativa fra il governo ad interim e i Fratelli musulmani, la situazione continua a preoccupare Stati Uniti ed Unione europea.

Anche Al Azhar, la più importante istituzione teologica musulmana sunnita, lavora per il dialogo.
Ma scontri tra manifestanti rivali si sono verificati 100 km a sud del Cairo, provocando almeno un ferito.

Il premier Hasem Beblawi ha ribadito che la priorità dell’esecutivo è la sicurezza.