ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Luxory China, viaggio tra i nuovi imperatori di giada

Lettura in corso:

Luxory China, viaggio tra i nuovi imperatori di giada

Luxory China, viaggio tra i nuovi imperatori di giada
Dimensioni di testo Aa Aa

I posti a sedere non mancano al Luxory China show, ma fate attenzione o potreste incautamente sedervi su una sedia laccata d’oro da 120 mila euro.

Creato per l’anniversario dell’ascesa al trono di Elisabetta II di Inghilterra, il curioso pezzo di mobilio è solo uno dei tanti prodotti di lusso in vetrina alla fiera di Pechino, la quale ospita più di 300 marchi da 20 Paesi differenti.

Un’occasione per le aziende del Vecchio Continente, ben rappresentate dai produttori di orologi svizzeri: “Credo che la Cina sia sempre più rilevante per il mercato”, spiega Amarildo Pilo della Pilo & Co.

“Insomma, la civilizzazione del mondo è cosi: più aumenta la conoscenza, più abbiamo interesse nei prodotti, più ci piacciono quelli originali. E quindi fatti in Svizzera!”

Non è tutto oro quello che luccica però. Se dal 2007 al 2011 tante aziende del lusso hanno visto crescite a doppia cifra in Cina, ora il gioco si fa più difficile: i gusti dei clienti stanno diventando sempre più sofisticati

“Molti ancora credono che i prodotti più costosi siano i migliori”, sottolinea l’organizzatrice della fiera Zhai Wenjing.

“Forse ciò che cercano è il simbolo della loro identità. Più costose sono le cose, più alto è il tuo status sociale. Ma per chi cerca davvero gusto e qualità della vita, ha più importanza l’aspetto privato e spirituale di prodotti di lusso su misura. Persone differenti hanno bisogni differenti”.

Secondo i dati di Bain nel 2012 la Cina si posizionava al quarto posto in termini di vendite di beni di lusso, dietro Stati Uniti, Giappone, Italia e Francia.

Ma non bisogna fermarsi al dato puramente territoriale perché il vero eldorado per i produttori è rappresentato dai consumatori cinesi: misurato in base alla nazionalità del compratore, il mercato del lusso vede proprio loro al primo posto nel mondo.