Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Suonano le sirene in Israele, esercitazione su scala nazionale

Suonano le sirene in Israele, esercitazione su scala nazionale
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Israele sotto attacco, ma è solo un’esercitazione. Non è la prima volta che si simula, su scala nazionale, un lancio di missili dalla Siria, dal Libano e dalla Striscia di Gaza. Ma ‘Turning point’ – Punto di svolta – questo il nome dell’operazione, arriva in un momento critico per la regione e suona come un avvertimento ai Paesi vicini e ai loro alleati – Russia compresa – Israele è pronta ad affrontare qualsiasi scenario.

“Viviamo in una realtà in continua evoluzione e profondiamo tutto il nostro impegno in queste continue esercitazioni per contrastare le minacce vecchie e nuove – ha detto il premier israeliano, Benjamin Netanyahu che ha seguito sul campo le operazioni – Agiamo con esperienza, saggezza e responsabilità, preparandoci a ciò che potrebbe accadere”.

La simulazione prevede il coinvolgimento della Difesa, delle amministrazioni municipali e delle strutture di soccorso. Anche nelle scuole al suono della sirena, gli studenti hanno seguito le procedure previste in caso di attacco con armi chimiche.

“Queste esercitazioni sono importanti – sostiene Yoni, 11 anni – perché ci abituano a essere pronti e aiutano i bambini a non avere paura”.

Per la prima volta, il Comando del Fronte interno ha utilizzato sms, social networks e le reti televisive per avvisare i cittadini di recarsi nelle aree protette.