ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riciclaggio: responsabili di Liberty Reserve accusati formalmente

Lettura in corso:

Riciclaggio: responsabili di Liberty Reserve accusati formalmente

Riciclaggio: responsabili di Liberty Reserve accusati formalmente
Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità statunitensi accusano formalmente i responsabili di Liberty Reserve, in un caso di riciclaggio internazionale forse senza precedenti. Dopo l’arresto – venerdì – del fondatore della società specializzata in valute digitali con sede in Costa Rica il sistema di pagamento online è stato bloccato, così come domini ad esso collegato. Confiscate decine di conti bancari in un’operazione che ha coinvolto una ventina di Paesi.

Liberty Reserve avrebbe riciclato circa sei miliardi di dollari negli ultimi sette anni. “Liberty Reserve è stata creata e strutturata con il preciso scopo di facilitare attività illecite – ha detto il procuratore Preet Bharara -. Era in sostanza una banca del mercato nero. Si presume che Liberty Reserve abbia operato di proposito in modo da attrarre e aiutare criminali che volevano utilizzare moneta digitale per infrangere la legge e per riciclare i proventi dei propri crimini”.

Dalla pedo-pornografia alle identità rubate, fino a software per attacchi informatici, Liberty Reserve sarebbe stata uno snodo dove scambiare di tutto e dove trasferire denaro con estrema facilità. Oltre un milione gli utilizzatori in tutto il mondo.