ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

PSA, al via la ristrutturazione. Migliaia di posti di lavoro tagliati

Lettura in corso:

PSA, al via la ristrutturazione. Migliaia di posti di lavoro tagliati

PSA, al via la ristrutturazione. Migliaia di posti di lavoro tagliati
Dimensioni di testo Aa Aa

Il braccio di ferro coi sindacati è ormai finito e presto PSA Peugeot Citroën darà il via all’imponente piano di ristrutturazione. Almeno 8 mila i posti di lavoro tagliati: i dipendenti potranno scegliere se lasciare l’azienda, accedendo alle misure di riqualificazione e di buonauscita, o essere ricollocati.

Magra consolazione per gli operai di Aulnay, impianto di prossima chiusura. “Non sappiamo cosa fare, non sappiamo come muoverci e ci sentiamo perduti”, dice uno dei lavoratori. “Per me il ricollocamento è fuori questione – aggiunge un altro – non sono io che ho chiesto di finire disoccupato, non sono io che ho chiesto di perdere il mio impiego. E’ la direzione di PSA che ci ha costretto a queste condizioni.”

Per l’azienda la ristrutturazione è inevitabile: negli ultimi due anni le vendite in Europa sono precipitate a causa della frenata del mercato. Nel 2012 il settore auto ha bruciato 200 milioni di euro al mese, mentre il ramo finanziario è stato costretto a chiedere un salvataggio statale. La situazione non è migliorata neppure in quest’ultimo trimestre: le entrate sono calate del 6,5% a 13 miliardi di euro.

Soltanto il traino delle vendite in Cina ha permesso a PSA di cedere meno della rivale Renault. Da qui, la nuova direzione presa dal gruppo: ridurre la dipendenza dal mercato europeo, dove i concessionari sono ormai città fantasma, e puntare su nuovi mercati come Brasile e Russia.