ULTIM'ORA

Apple, braccio di ferra con gli azionisti per i dividendi

Apple, braccio di ferra con gli azionisti per i dividendi
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Cosa ne facciamo di tutti questi soldi? E’ un dilemma da ben 137 miliardi di dollari a dominare l’assemblea annuale degli azionisti di Apple.

Nel 2012 la mamma dell’iPad ha visto crescite maggiore di quelle dei rivali storici come Microsoft. Ma la perdita della poltrona di re degli smartphone a favore di Samsung e i dubbi sull’innovazione in un mondo senza Steve Jobs hanno intaccato il valore delle azioni: -35% rispetto a settembre, quando veleggiavano a 700 dollari.

Tra gli azionisti comincia allora a serpeggiare un certo malcontento. I soldi in cassa ci sono. A quando un dividendo?

“Saremmo molto delusi se non ci dicessero qualcosa entro un mese o giù di lì”, dice Brian Colello, analista di Morningstar. “Hanno annunciato il dividendo iniziale a marzo dell’anno scorso, per cui, mi aspetto qualcosa per questo marzo. Se non ci saranno annunci prima dei risultati di fine aprile sarà un grosso problema”.

L’assemblea ha comunque rieletto a larga maggioranza il consiglio di amministrazione, compreso il numero uno Tim Cook. Il manager ha detto di condividere le preoccupazioni sul valore di borsa, ma non ha voluto dare dettagli sui piani per le riserve di cassa.

“Ci stiamo ragionando molto attivamente – ha dichiarato -. A noi interessa il lungo periodo, stiamo preparando grandi novità”. Che si tratti della tanto attesa Apple Tv o del favoleggiato iWatch, però, non è dato sapere.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.