ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Zona euro in recessione nel 2013. Bruxelles rivede le stime

Zona euro in recessione nel 2013. Bruxelles rivede le stime
Dimensioni di testo Aa Aa

I numeri smentiscono ogni piu’ rosea aspettativa. La Commissione europea prevede un altro anno di recessione per la zona euro e la ripresa si intravede solo a fine anno . Il commissario agli affari economici Olli Rehn non nasconde una certa amarezza: “Abbiamo ricevuto dati deludenti dalla fine dell’anno scorso- dice- ma abbiamo ricevuto qualche dato piu’ incoraggiante proprio negli ultimi giorni che lascia sperare per la ripresa della fiducia degli investitori in futuro”-

L’anno prossimo ci sarà una contrazione del prodotto interno lordo dello 0,3% nella zona euro. Le previsioni peggiori sono per la Grecia con un meno 4, 4%, molto male anche Cipro meno 3,5%. Peggiorano anche le stime di crescita per l’Italia, previsto un meno 1% del Pil, a causa soprattutto del calo dei consumi e della stretta creditizia nel settore privato.

Brutte notizie poi sul fronte lavoro. La disoccupazione salirà al 12,2 % nella zona euro, con una netta frattura tra Nord e Sud dell’Europa, la situazione peggiore si registrerà in Grecia, Spagna e Portogallo, mentre la disoccupazione è quasi intesistente in Austria, Germania e Lussemburgo.

Secondo l’economista Hans Martens l’Europa ha scelto la ricetta sbagliata: “E’ un disastro non solo per le istituzioni europee ma anche per gli stati membri perché questo mostra che gli stati non hanno fatto abbastanza per stimolare la crescita e l’occupazione in Europa”.

Sale il livello del debito pubblico nella zona euro, pari al 95,1% del Pil, il peggior record negativo dall’arrivo dell’euro.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.