ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sette francesi rapiti in Camerun, Hollande accusa Boko Haram

Sette francesi rapiti in Camerun, Hollande accusa Boko Haram
Dimensioni di testo Aa Aa

Sette cittadini francesi appartenenti a una stessa famiglia sono stati rapiti in Camerun. È stato il presidente francese François Hollande a confermare la notizia, attribuendo la responsabilità a “un gruppo di terroristi”.

Il sequestro è avvenuto nel nord del Paese, al confine con la Nigeria, nei pressi del Parco Nazionale di Waza e del lago Ciad, località frequentata da turisti occidentali.

Hollande ha dichiarato da Atene: “Mi riferisco soprattutto a un gruppo terrorista, in questo caso Boko Haram, attivo in questa parte del Cemerun. Questo ci preoccupa abbastanza da agire: la Francia è in Mali, e la Francia continuerà fino al completamento della missione. Stiamo conducendo delle operazioni, ma allo stesso tempo la comunità internazionale deve combattere il terrorismo, che non è solo in Mali”.

I cittadini francesi – tre adulti e quattro bambini – sarebbero stati rapiti da uomini armati in motocicletta, provenienti dalla Nigeria. Il rischio di sequestri di cittadini francesi e di attacchi contro obiettivi francesi è aumentato in seguito all’intervento militare di Parigi in Mali, il mese scorso.