ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Reyal Urbis, nuovo crollo nell'immobiliare spagnolo

Reyal Urbis, nuovo crollo nell'immobiliare spagnolo
Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi immobiliare spagnola continua a mietere vittime: l’ultima è Reyal Urbis, che ha presentato istanza di fallimento.

Schiacciata da 3,6 miliardi di debito, l’azienda si avvia così a diventare il secondo crollo più grande nel mercato immobiliare dopo la bancarotta di Martinsa Fadesa nel 2008 – 7 miliardi di debiti -.

Non è davvero un buon periodo per il settore: dal 2007 i prezzi sono precipitati del 40% e il contraccolpo ha costretto tante banche a richiedere i salvataggi.

Reyal Urbis, posseduta per il 70% dal magnate Rafael Santamaria, aveva tentato la via della ristrutturazione del debito. Ma i creditori, tra cui Santander, hanno rifiutato, costringendo l’azienda a portare le carte in tribunale.