ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Stato dell'Unione: Obama cita JFK "alleati per il progresso"

Stato dell'Unione: Obama cita JFK "alleati per il progresso"
Dimensioni di testo Aa Aa

Riaccendere il motore della crescita economica degli Stati Uniti. Barack Obama, nel suo quinto discorso sullo Stato dell’Unione, parla al Congresso, ma si rivolge alla classe media.

Il capo della Casa Bianca illustra la sua ricetta per l’occupazione e lancia un piano per la manutenzione delle maggiori infrastrutture da 70mila posti di lavoro.

“Nel complesso, è stato un buon discorso”, dice un giovane in un pub di Washington.

“Audace, controverso, ha diviso”, l’opinione di un altro abitante della capitale.

“Ci sono un sacco di cambiamenti sociali che attendono il Paese e sono stato molto felice che siano stati affrontati nel discorso”, il parere di un lavoratore.

“In materia di politica internazionale ha voluto sottolineare i buoni rapporti commerciali con l’Unione europea – ricorda il cliente dell’Union Pub di Washington – Sono felice che ci siano buone novità su questo tema”.

Questione immigrazione, rafforzamento della classe media, la promessa che il debito non salirà di un centesimo. Rivolgendosi ai repubblicani, il presidente ricorre a una frase di John Kennedy ‘‘la Costituzione ci rende non rivali per il potere, ma alleati per il progresso”.

“Dopo un visionario discorso inaugurale, gli americani ora hanno visto l’altro Obama, il politico severo – conclude il corrispondente di euronews Stefan Grobe – Il Presidente ha offerto ai repubblicani un ramo d’ulivo e un bastone. Il suo messaggio all’opposizione è stato: sono pronto al combattimento”.