ULTIM'ORA
This content is not available in your region

India: testimonia il compagno della ragazza uccisa da stupratori

India: testimonia il compagno della ragazza uccisa da stupratori
Dimensioni di testo Aa Aa

In un momento, due vite distrutte e un Paese, l’India, destinato a cambiare: un ragazzo di ventott’anni, oggi in sedia a rotelle, racconta al tribunale di Nuova Dheli il giorno in cui fu malmenato da un gruppo di uomini e poi gettato dall’autobus in corsa, mentre la sua compagna veniva violentata a più riprese.    La ragazza è morta alcuni giorni dopo.
 
Cinque i responsabili dello stupro arrestati, e potrebbero essere condannati in base a una nuova norma, che prevede la pena di morte in caso di decesso della vittima e gravi menomazioni.   Il decreto è stato firmato dal Presidente, dovrà passare presto al vaglio del Parlamento. 
 
Fino ad ora, la pena massima era di dieci anni.  Ma dopo quello stupro di gruppo una parte del Paese si è scossa, e si sono viste anche imponenti manifestazioni per i diritti delle donne.   La nuova norma punirà non solo lo stupro, ma anche le molestie con gesti o parole, e il voyerismo.