Mali: truppe francesi e maliane entrano a Timbuctu

Mali: truppe francesi e maliane entrano a Timbuctu
Dimensioni di testo Aa Aa

Le truppe francesi e maliane impegnate nell’offensiva contro i ribelli islamisti sono entrate a Timbuctu.

L’avanzata della forza internazionale costringe alla ritirata i fondamentalisti che, decimati dagli attacchi aerei francesi, ora controllano solo Kidal, la terza città del nord del Mali.

Sabato scorso, le truppe franco-maliane avevano riconquistato Gao e altri villaggi limitrofi. Prima di procedere nell’avanzata, hanno affidato il controllo della città liberate ai 2000 soldati arrivati dal Ciad.

Per molti maliani è la fine di 10 mesi di oppressione: “Non ci era consentito di togliere il velo – spiega un’abitante di uno dei villagi liberati – Abbiamo dovuto indossare abiti islamici che ci coprivano dalla testa ai piedi. Altrimenti eravamo costrette a subire per tutto il tempo minacce e violenze”.

Lontano dal fronte, dall’Etiopia, l’Unione africana ringrazia il governo di Parigi e fa autocritica, deplorando il suo stesso immobilismo di fronte all’emergenza del conflitto.

I Paesi dell’Africa occidentale, invece, hanno inviato 6000 uomini a sostegno dell’iniziativa franco-maliana.