ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In Amenas ora teme la fuga degli stranieri

In Amenas ora teme la fuga degli stranieri
Dimensioni di testo Aa Aa

Fino a qualche giorno fa in pochi ne conoscevano l’esistenza. Ora questa zona nel sud dell’Algeria è indissolubilmente legata a una violenta azione terroristica e a tutte le sue conseguenze.
 
Ma In Amenas è anche una piccola comunità nel cuore del Sahara, 5 mila abitanti, che sull’impianto dell’estrazione del gas basa la sua economia. Gli abitanti temono quello che potrà accadere.
 
“Penso – spiega il proprietario di un piccolo negozio – che adesso le società francesi vorranno andare via e non daranno più lavoro. Questo è il problema”.
 
“È ovvio – gli fa eco un altro cittadino – che ci saranno delle conseguenze per i cittadini. Gli stranieri vorranno tornare tutti a casa e qui non c‘è modo di lavorare e di vivere”.
 
L’incubo dei terroristi pare finito, dopo il secondo tragico blitz. Ma il suo tragico epilogo rischia di pesare a lungo come un macigno sugli abitanti di In Amenas e sull’intera Algeria.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.