ULTIM'ORA

USA: Obama atteso a Newtown per l'incontro con i famigliari delle vittime

USA: Obama atteso a Newtown per l'incontro con i famigliari delle vittime
Dimensioni di testo Aa Aa

La maggiorparte dei bimbi uccisi nella strage della scuola elementare di Sandy Hook del Connecticut aveva sei anni. La polizia ha reso noto le identità delle ventisei vittime, colpite dalla violenza cieca dell’assalitore.
Dodici bambine e otto bambini centrati a piú riprese con il fucile semi automatico.
Un accanimento che aggiunge orrore ad orrore. Tanto che i medici per risparmiare altro strazio ai genitori hanno dato loro per il riconoscimento una foto.

“Lavoro in questo campo da circa un terzo di secolo – ha detto Wayne Carver, medico – La mia sensibilità quindi non può essere la stessa dell’uomo medio, ma questo massacro è probabilmente il peggiore che abbia mai visto e che miei colleghi abbiano mai visto in vita loro”.

Nella lista delle vittime anche i sei adulti. Tra cui la direttrice della scuola, due maestre e la psicologa.
Tutte, come le stesse sopravvissute, hanno cercato di salvare i piccoli.

“La direttrice della scuola è corsa verso l’assalitore per proteggere gli studenti – racconta Janet Robinson, sovrintendente della scuola – Come ha fatto anche la psicologa. Una delle insegnanti ha aiutato i bambini ad uscire da una finestra. Hanno fatto cose incredibili”.

La polizia ha confermato che l’attentatore, Adam Lanza di 20 anni, si è suicidato. La mattina del massacro prima di forzare la porta per entrare nell’istituto ha ucciso la madre nella loro casa, dove si è anche impossessato delle armi.

A Newtown è atteso per le prossime ore il presidente Obama. Vuole incontrare i famigliari delle vittime e partecipare ad una delle veglie di preghiera.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.