ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Solidarietà internazionale per Malala, la ragazza coraggio pachistana

Solidarietà internazionale per Malala, la ragazza coraggio pachistana
Dimensioni di testo Aa Aa

Malala è ancora grave ma le sue condizioni sono stabili. Intorno a questa quattordicenne pachistana ferita dai taleban martedì si è creato un movimento internazionale di solidarietà. La ragazzina aveva preso pubblicamente posizione contro la discriminazione di cui soffrono le ragazze in tema di istruzione, per questo le hanno sparato:

“Il terrorismo non ha nulla a che fare con l’Islam. Il profeta Maometto preconizzava l’educazione obbligatoria per ogni musulmano, uomo o donna – dice Tayyiba Saleem, insegnante di una scuola coranica di Islamabad – A parte questo il profeta ha ordinato ai compagni di non alzare le mani contro le donne e gli anziani e di non uccidere i bambini. Questa gente che dice di rappresentare l’Islam, che tipo di Islam ci vuole portare?”

In Afghanistan, in India, in Pakistan, milioni di studenti e studentesse hanno inscenato manifestazioni pregando per la guarigione di Malala.

L’adolescente aveva ricevuto a Islamabad il Premio nazionale della pace per aver denunciato in un blog i soprusi dei taleban nella valle dello Swat soprattutto nei confronti delle donne.