ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Egitto, oltre 100 feriti negli scontri in piazza Tahrir

Egitto, oltre 100 feriti negli scontri in piazza Tahrir
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono un centinaio i feriti negli scontri di Piazza Tahrir. Il calare della notte ha spento le ostilità tra sostenitori e oppositori del presidente egiziano Mohamed Morsi. A scatenare il braccio di ferro tra fronte laico e fronte islamico l’esito del processo sugli scontri del 2 febbraio 2011. Tutti gli imputati sono stati assolti dal procuratore generale poi rimosso dall’incarico dal presidente, espressione dei Fratelli Musulmani, ora attaccato o difeso dalla folla in piazza:

“Dovremmo avere più pazienza con il presidente. E poi vogliamo giustizia per chi ha fatto la rivoluzione. Va fatta giustizia per le nostre vittime, il potere giudiziario va ripulito”, dice un manifestante e un altro aggiunge: “Il potere giudiziario va ripulito dopo la rimozione del Procuratore generale, solo così ci sarà una ricompensa per il sangue che è stato versato per la rivoluzione”.

Il lancio di bottiglie, di sassi e i tafferugli fanno emergere ancora una volta le tensioni esistenti tra il fronte laico e quello islamico nella lunga transizione verso la democrazia.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.