ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Siria: Morsi "Egitto contrario a intervento militare"

Siria: Morsi "Egitto contrario a intervento militare"
Dimensioni di testo Aa Aa

L’Egitto è contro un regime che uccide la propria gente, così come è contrario ad ogni ingerenza straniera.

Mohammed Morsi dedica alla crisi siriana il suo primo intervento all’assemblea generale delle Nazioni Unite. Secondo il primo presidente egiziano eletto democraticamente, la Primavara araba è stata il risultato di una lunga lotta popolare.

“L’Egitto è impegnato a compiere sforzi sinceri per porre fine alla catastrofe in Siria all’interno di una cornice araba, regionale ed internazionale, che preservi l’unita di questo Stato fratello, coinvolgendo tutte le componenti del popolo siriano
senza distinzione di razza, religione o setta, risparmiando alla Siria i pericoli di un intervento militare straniero, contro il quale ci opponiamo – ha detto Morsi – I siriani devono avere il diritto di scegliere un governo che li rappresenti e l’opposizione deve unirsi per arrivare a una transizione politica nel Paese”.

24 ore prima di Morsi, l’emiro del Qatar aveva chiesto un intervento armato dei Paesi arabi in Siria per mettere fine alla guerra civile che ha già fatto 30mila morti. Mentre il segretario generale Ban Ki-moon ha chiesto un’azione del Consiglio di Sicurezza per fermare quello che ha definito un disastro.