ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'Ocse lancia l'allarme: la recessione dell'area euro contagia il resto del mondo

L'Ocse lancia l'allarme: la recessione dell'area euro contagia il resto del mondo
Dimensioni di testo Aa Aa

L’economia globale è minacciata dalla crisi dell’area euro ed è quindi necessaria un’azione politica che dia maggiore fiducia nell’unione monetaria. L’Ocse lancia l’allarme e rivede al ribasso le stime di crescita per i paesi del G7. Il Pil dei sette paesi piu’ industrializzati del mondo dovrebbe crescere dell’1,4 per cento, esattamente come il 2011.
“L’area euro – dice il capoeconomista Pier Carlo Padoan – sta attraversando una fase di recessione e probabilmente, questa è la cosa piu’ importante, la crisi dell’eurozona contagerà negativamente anche gli Stati Uniti. Tutte le economie globali mostrano una fotografia peggiore rispetto ai tre o quattro mesi passati”.
L’istituto parigino declassa la crescita della Germania, della Francia, del Regno Unito e dell’Italia. La domanda dei consumatori resta debole e sta rallentando anche la crescita degli investimenti delle imprese. Una situazione che potrebbe persistere nella seconda metà di quest’anno.