Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Anche la Bulgaria ha adesso i suoi vampiri

Anche la Bulgaria ha adesso i suoi vampiri
Dimensioni di testo Aa Aa

I vampiri bulgari sono approdati al museo storico di Sofia. La scoperta degli scheletri con un paletto di ferro piantato all’altezza del cuore per impedir loro di uscire dalla tomba e perseguitare i vivi erano stati scoperti una settimana fa a Veliko Tarnovo, nel centro della Bulgaria. I resti umani risalgono al periodo medievale:

“La cosa interessante è che i casi di individui sospettati di potersi trasformare in vampiri una volta morti sono relativamente rari – dice lo storico Bozhidar Dimitrov, che dirige il Museo storico nazionale – A Sozopol abbiamo scoperto 700 sepolture cristiane e solo in due c’erano tracce di manipolazioni anti-mutazione”.

Per i superstiziosi la spiegazione assume forse un aspetto inquietante, quel che è certo è che la Bulgaria conta di sfruttare la scoperta a fini turistici. Uno scongiuro che è già riuscito alla Romania, patria del più famoso fra i presunti vampiri.