ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Strage di caschi blu in Costa d'Avorio, 7 morti

Strage di caschi blu in Costa d'Avorio, 7 morti
Dimensioni di testo Aa Aa

Sette militari delle Nazioni Unite sono stati uccisi in un’imboscata nell’ovest della Costa d’Avorio. I peacekeeper, tutti originari del Niger, erano in missione per proteggere i civili dai gruppi armati che imperversano nel territorio ivoriano.

È la prima volta che i caschi blu subiscono un attacco di questo genere nel paese. Immediata la condanna del Palazzo di Vetro:

“Sono rattristato e indignato – ha detto il segretario generale delle nazioni unite, Ban Ki-moon – Questi coraggiosi soldati sono morti per servire la pace. Condanno quest’attacco nei termini più forti possibili”.

I caschi blu – riferisce una fonte Onu – pattugliavano la zona di Tai, al confine con la Liberia, dopo le voci di attacchi imminenti nella regione.

L’ovest della Costa d’Avorio è fuori controllo dalla fine della crisi politico-militare nell’aprile del 2011. Secondo Human Rights Watch, almeno 40 persone sono state uccise nell’ultimo anno in attacchi delle forze fedeli all’ex presidente Laurent Gbagbo che agiscono dalla Liberia.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.