Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Virus in sistemi informatici del Medio Oriente. Iran accusa Israele

Virus in sistemi informatici del Medio Oriente. Iran accusa Israele
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Ruba dati, accende microfoni e telecamere dei computer, ascolta conversazioni e registra immagini. Il virus Flame porta nel cyber spazio lo scontro fra Iran e Israele.

È stato scoperto in un laboratorio informatico di Mosca. Ha rubato in particolare i segreti del ministero del Petrolio iraniano. Ma Teheran annuncia di aver sviluppato un antivirus.

“Pensiamo che questo sia uno dei rari esempi di arma cibernetica – spiega Vitaly Kamluk, capo del laboratorio russo Kaspersky – Testimonia che sono in corso alcune operazioni nell’ambito di una guerra informatica segreta. Una delle caratteristiche chiave di un cyber attacco come lo intendiamo noi è che è completamente top secret”.

Flame ha ha infettato 189 computer in Iran, 98 nei territori palestinesi, una trentina in Sudan e Siria, altri ancora in Libano e Arabia Saudita. Il vice-premier israeliano Moshe Yaalon lo giustifica, ma non fa ammissioni.

Particolarmente sofisticato, riesce a infettare computer legati alla stessa rete attraverso il
sistema operativo Windows. Per questa sua complessità, gli esperti ritengono che sia stato diffuso da uno Stato.