ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Oslo. Una canzone contro Breivik

Oslo. Una canzone contro Breivik
Dimensioni di testo Aa Aa

Venerdì scorso lo stragista Breivik aveva parlanto di una canzone del cantautore norvegese Lillebjoern Nilsen – titolo: “Bambini dell’arcobaleno” – come esempio del lavaggio del cervello marxista e multiculturalista che subirebbero i giovani. Ecco l’originale protesta non violenta della società norvegese: in 40mila si sono riuniti con Nielsen per cantargliela sotto il naso, a pochi passi dal tribunale in cui svolgeva l’udienza odierna per il massacro di Utoya.

Non si sa se Anders Behring Breivik l’abbia sentita. Quello che certamente è stato costretto ad ascoltare sono le testimonianze dei sopravvissuti all’attentato da lui compiuto il 22 luglio scorso nel quartiere dei ministeri di Oslo, bilancio 8 morti.

Il terrorista di estrema destra aveva fatto scoppiare la sua bomba poco prima di recarsi sull’isola di Utoeya dove ha portato a termine il suo piano, uccidendo altre 69 persone, colpevoli di non pensarla come lui.