ULTIM'ORA

In piazza contro Putin Presidente. Arrestato anche Udaltsov

In piazza contro Putin Presidente. Arrestato anche Udaltsov
Dimensioni di testo Aa Aa

Arresti e tensioni all’esterno della Duma, nel corso di una manifestazione non autorizzata contro Vladimir Putin.

In decine erano intervenuti per salutare con slogan e striscioni l’ultimo discorso da primo ministro del neo-presidente in pectore.

L’adunata mirava a ribadire le rivendicazioni avanzate dalle protesta dalle contestate elezioni di dicembre.

Tra i partecipanti finiti in manette il leader del Fronte della Sinistra Sergei Udaltsov, che ai microfoni ha ribadito le critiche anche al voto di marzo: “Non consideriamo legittime le recenti presidenziali – ha detto -. Marciamo quindi intorno alla Duma per chiedere Putin, seppure da lontano, quando la Russia avrà finalmente elezioni ed autorità legittime”.

“Sono qui per unirmi alle proteste contro l’azione illegale di Vladimir Putin – gli fa eco un’altra manifestante -. Quanto sta facendo è mettere il bavaglio al Paese e trasformarlo in una prigione. Non si può più dire nulla, esprimere un’opinione…”.

La manifestazione è poi stata sciolta dal cordone di forze dell’ordine, disposto intorno all’edificio della Camera bassa. Come ribadito da molti cartelli, la protesta si è però già data un nuovo appuntamento per la vigilia dell’investitura di Putin da Presidente, prevista per il 7 maggio.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.