ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Una mega petizione contro ACTA al Parlamento Europeo

Una mega petizione contro ACTA al Parlamento Europeo
Dimensioni di testo Aa Aa

Circa due milioni e mezzo di persone in tutto il mondo hanno firmato una petizione per dire No al trattato Acta, l’accordo internazionale anti-contraffazione. La petizione è stata consegnata al Parlamento europeo. Secondo molti internauti il trattato minaccia la libertà di espressione sul web, come spiega Jérêmie Zimmermann, un attivista della rete:

ACTA spinge i provider Internet, i fornitori di servizi, i motori di ricerca, e le piattaforme video ad agire loro stessi da poliziotti sulle loro reti, e a prendere sanzioni contro i loro utenti sapendo che tali sanzioni avranno inevitabilmente un impatto sulle libertà fondamentali”

Anche il relatore al Parlamento europeo, l’eurodeputato socialista David Martin esprime un certo scetticismo:

“Penso che ACTA o un trattato simile sia necessario per difendere i diritti di autore e la proprietà intellettuale, ma non al prezzo di criminalizzare i cittadini semplicemente per aver scaricato musica o film o altri contenuti da Internet. Non voglio che siano infrante le loro libertà individuali”

Contro questo accordo internazionale siglato a fine gennaio sono scesi in piazza migliaia di cittadini in tutta Europa. La settimana scorsa la Commissione europea si è rivolta alla Corte di giustizia europea per vedere se il trattato sia compatibile con i diritti fondamentali.