ULTIM'ORA

Siria: l'esercito bombarda Deraa

Siria: l'esercito bombarda Deraa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Le truppe siriane attaccano i ribelli a Deraa, la prima città a sollevarsi contro Bashar al Assad, all’indomani dell’annuncio del presidente di un referendum per una nuova costituzione ed elezioni entro 90 giorni. Proposte bocciate dall’opposizione e dagli Stati Uniti.

A Deraa, città considerata sotto il controllo governatico, gli scontri tra esercito e disertori hanno fatto almeno quattro morti, mentre le truppe del presidente continuano a tenere sotto assedio la città divenuta il centro della contestazione, Homs, bombardata dal 4 febbraio e Hama.

Il governatore di Deraa ha dichiarato che i ribelli sono terroristi e drogati e che le autorità non usano armi pesanti, mostrando fucili e mine e granate confiscati ai ribelli. L’opposizione denuncia una situazione ben diversa in città dichiarando che anche i bambini vengono arrestati e torturati per graffiti anti-governativi.

Sul piano diplomatico, la Francia sta negoziando con Mosca una nuova proposta di risoluzione da presentare al consiglio di sicurezza dell’Onu. Per la Cina, favorevole all’apertura del dialogo tra le parti, ma non a condannare il regime di Assad, si tratta di un’ingerenza straniera negli affari siriani.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.