ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il grande freddo non dà tregua all'Europa

Il grande freddo non dà tregua all'Europa
Dimensioni di testo Aa Aa

Interi paesi seppelliti dalla neve. È la Romania uno degli Stati più colpiti dall’ondata di maltempo, che in Europa ha portato ad oltre 600 le vittime. In molti sono rimasti al buio, senza cibo o medicine.

Un’anziana donna, in un villaggio a 80 chilometri da Bucarest, lamenta la completa assenza delle autorità: “Non sono neanche venuti a vedere se siamo vivi”, dice.

Situazione critica anche nei Balcani, dove oltre 110mila persone sono intrappolate nelle loro abitazioni da cumuli di neve che raggiungono anche i tetti.

Sempre bloccata la navigazione sul Danubio, la principale via navigabile d’Europa.

In Italia sono oltre cinquanta le vittime del gelo, molti sono senzatetto.

La situazione più critica è nel centro-sud. Nell’entroterra riminese hanno dovuto lasciare le loro abitazioni 225 persone.

Nella provincia di Pesaro-Urbino la neve è arrivata a un metro e mezzo di altezza.

L’aeroporto di Roma Fiumicino, che ieri ha subito la cancellazione del 50% dei voli, oggi ha ripreso un traffico regolare.

Sabato è rimasto completamente bloccato l’aeroporto di Bastia in Corsica. Nella parte nord dell’isola la neve ha lambito il mare, regalando scenari inusuali.